Dettaglio news

23 dicembre 2016

Pubblicato il rapporto aziendale 2012-2015 dello studio Passi

I comportamenti e gli stili di vita non corretti sono oggi una vera e propria emergenza sanitaria, in quanto comportano l’aumento del rischio di malattie croniche, che costituiscono le principali cause di mortalità e morbilità nella popolazione adulta.
Per riuscire a fronteggiare in modo più efficace queste patologie è indispensabile monitorare nel tempo lo stato di salute della popolazione, puntando l’attenzione su abitudini e stili di vita e sull’attuazione degli interventi di salute pubblica.

Da questa esigenza è nato lo studio Passi (Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia), voluto dal Ministero della Salute e dalle Regioni e realizzato nella nostra Azienda Sanitaria, così come in molte altre in tutta Italia, col coordinamento dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS).
Lo strumento dello studio è costituito da un’intervista telefonica, da parte di una assistente sanitaria del Dipartimento di Prevenzione, rivolta a un campione di persone tra i 18 e i 69 anni, scelte in modo randomizzato tra quelle residenti nella Provincia.

ultima modifica: 23 dicembre 2016 Commenti / Suggerimenti